RASSEGNA STAMPA

Teatro Niccolini («Informatore»)

01/04/2017


Una storia d’amore fra due persone di mezza età, in cui l’amore appare a barlumi folgoranti, in mezzo a un mare di insulti, parole durissime e rimpianti: e lo spettatore

Una storia d’amore fra due persone di mezza età, in cui l’amore appare a barlumi folgoranti, in mezzo a un mare di insulti, parole durissime e rimpianti: e lo spettatore ride di gusto, senza accorgersi che sta ridendo di se stesso. Dal 1° al 7 aprile va in scena al Teatro Niccolini di Firenze Il lavoro di vivere di Hanoch Levin, autore israeliano rappresentato in tutta Europa, ma ancora pressoché sconosciuto in Italia. In scena Carlo Cecchi, uno degli ultimi grandi maestri del teatro italiano, qui protagonista insieme a Fulvia Carotenuto e Massimo Loreto.


Torna Indietro