RASSEGNA STAMPA

Il Teatro Niccolini risorge a nuova vita (Ā«TeatriOnline.comĀ»)

01/03/2016


Incontro Riccardo Ventrella, responsabile commerciale del Teatro della Toscana, per una chiacchierata sul redivivo teatro Niccolini restituito a nuova gloria dal moderno

Incontro Riccardo Ventrella, responsabile commerciale del Teatro della Toscana, per una chiacchierata sul redivivo teatro Niccolini restituito a nuova gloria dal moderno mecenate Mauro Pagliai. Non capita più ai giorni nostri di trovare qualcuno disposto ad investire cifre consistenti per regalare alla propria città un teatro ormai in rovina. Il Niccolini nasce nella seconda metà dell’ottocento costruito nel palazzo degli Ughi di Niccolò. Qui si mettevano in scena tragedie e commedie toscane, svago per le famiglie aristocratiche del tempo.
Da una scissione della compagnia che vi si esibiva nasce il Teatro della Pergola che ben conosciamo. Fino al 1995 ci sono state rappresentazioni poi i gestori non sono stati più in grado di continuare e hanno chiuso.
Pagliai ha acquistato il teatro della famiglia Ghezzi che ne aveva la proprietà negli anni venti. Conta 404 posti e il restauro ha permesso di riportare alla luce il vecchio foyer fino ad oggi inaccessibile. Fino alle diciassette è in gestione all’Opera del Duomo che vi porta i turisti per vedere filmati sulle bellezze di Firenze.
Poi sarà il palcoscenico per le produzioni della Pergola e vuole diventare il Teatro della lingua italiana. Non ci sono dubbi che il successo è garantito e Firenze aggiunge un nuovo prestigioso palcoscenico alla sua grande offerta culturale.
Mauro Pagliai: grazie!


Torna Indietro